Home/News /Kaballà, l’artigiano della musica siciliana “mondiale”

Kaballà, l’artigiano della musica siciliana “mondiale”

Kaballà, l’artigiano della musica siciliana “mondiale”

Pippo Rinaldi, conosciuto ai più per il suo nome d’arte Kaballà, tratto dalla omonima filosofia esoterica, è un autore sicuramente eclettico.

Kaballà nasce come cantautore, ed è annoverato tra gli artisti che hanno portato in Italia il genere musicale della “World Music”, quella di Peter Gabriel, John Hassell, Paul Simon e molti altri. Un progetto ambizioso che ha visto come massimi esponenti nel nostro Paese proprio lui e il grande Fabrizio De André. Mentre quest’ultimo, con il suo capolavoro “Creuza de Ma”, aveva mescolato il genovese alla musica etnica, di tutti, “mondiale” appunto, Kaballà realizza lo stesso con il dialetto siciliano, fondendolo all’italiano quasi a comporre una neolingua ibrida.

Proprio dalla sua terra arriva il successo di Kaballà, con la “scoperta” di Carmen Consoli e il consolidato rapporto autorale con Mario Venuti. Ma non solo: Kaballà è compositore di una delle musiche del terzo capitolo dell’immortale saga de “Il Padrino”, film di Francis Ford Coppola ambientato, in alcune sue parti, proprio in Sicilia.

In questa intervista Pippo Rinaldi ripercorre queste e molte altre tappe della sua carriera, raccontando anche un insolito aneddoto: sapevate che è stato presentato a Sanremo da Michail Gorbačëv?

Tailor Made Music – KABALLÀ

Kaballà – Pippo Rinaldi è senza dubbio un autore eclettico, che ha portato il sapore musicale della sua Sicilia in giro per il mondo, dagli album di Mario Venuti e Carmen Consoli fino alla colonna sonora di The Godfather.Ha scritto per artisti di ogni genere e nazionalità, da Eros Ramazzotti a Josh Groban, passando per gli adattamenti per Placido Domingo delle poesie di San Giovanni Paolo II.In questa intervista ci racconta anche di quella volta che Michail Gorbačëv lo ha invitato sul palco del Festival di Sanremo…

Posted by Sugarmusic Publishing on Wednesday, 4 October 2017