Home/News /FIAT ci mette l’auto, noi la musica: e il nuovo spot della FIAT 500 è un piccolo capolavoro

FIAT ci mette l’auto, noi la musica: e il nuovo spot della FIAT 500 è un piccolo capolavoro

FIAT ci mette l’auto, noi la musica: e il nuovo spot della FIAT 500 è un piccolo capolavoro

Era il 1957 e in Italia, dilagante un febbrile entusiasmo, nascevano due icone senza tempo: un’automobile, la Fiat 500, e una canzone, Come prima, più di prima.

Oggi, insieme, celebrano il loro anniversario in uno spot, dal titolo See you in the future, che ha debuttato in TV il 4 luglio davanti a una platea di circa 11 milioni di telespettatori. Adesso disponibile anche su YouTube – dove già registra quasi 3 milioni di visualizzazioni – nella versione estesa da 4 minuti e su tutti i siti della FIAT.

Nello spot, in una calda giornata milanese di sessant’anni fa, già più estiva che primaverile, un amabile gentleman, interpretato dal Premio Oscar Adrien Brody, è nel suo appartamento alla ricerca di qualche momento d’ozio. Già visibilmente provato nelle sue facoltà intellettuali da una giornata di lavoro, ma non ancora esausto, si dedica alla ricreazione della mente e dei sensi, scegliendo due classici intramontabili. Uno, già consacrato dalla storia: Shakespeare; l’altro, appena uscito, ma certo non destinato all’oblio: Come prima, più di prima. Ma il tepore della giornata, la voce carezzevole di Mario Lanza effusa dal giradischi e le atmosfere sognanti di Una notte di mezza estate, cospirano contro di lui: e lo fanno cedere al sonnellino pomeridiano. Al risveglio però, forse complice una vigilanza dei sensi non ancora riconquistata, varcato il portone del palazzo si ritrova in una Milano diversa. Ferocemente moderna, eppure stranamente familiare.

Nuovi sono il trambusto, il sottofondo aggressivo di motori e clacson e la frenesia di una tipica giornata di lavoro odierna. Ma alcuni dettagli, laterali e un po’ sommessi, sussurrano come un’aria di famiglia, antiquaria… e la tenera musica proveniente da un giradischi di rigatteria lo proietta d’un balzo indietro nel tempo. O meglio, in uno spazio senza tempo: quello dei classici.

E mentre la complicità di questi elementi gli provoca un capogiro temporale, fa la sua comparsa una ragazza, seducente e dal look vagamente anni ‘50, interpretata dalla bellissima Anna Manuelli. Una strana vaghezza d’amore, evanescente e leggera, li cattura, e la voce del coroner Mario Lanza, con affetto e ironia, li accompagna nella loro avventura milanese a bordo della nuova Fiat Anniversario – lei la vera protagonista dello spot.

Al termine dei vagheggiamenti, memore d’un bacio sfiorato e di un amore fragile e ludico, una nuova vertigine coglie il gentleman. È solo un sogno? È la realtà? Una domanda amletica, un punto di domanda galleggiante nella Milano sognata e reale, automobilistica e musicale, di oggi e di ieri. Ma alla rapida sostituzione degli oggetti culturali e delle mode, non soccombono i classici. La 500 e Come prima, più di prima – maestro di cerimonia il Duomo – celebrano i loro eterni sessant’anni. Buon compleanno a Fiat!