Home/News /Alessandra Flora, dal pianoforte della nonna al palco di Sanremo

Alessandra Flora, dal pianoforte della nonna al palco di Sanremo

Alessandra Flora, dal pianoforte della nonna al palco di Sanremo

Dalle lezioni di melodia sul quaderno della nonna al palco del Festival di Sanremo con Malika Ayane, la carriera della nostra autrice Alessandra Flora è la perfetta sintesi tra i poli della dedizione metodica e dell’impulsività.

In questa intervista ci racconta tutta la sua storia, dai suoi primi passi nel mondo della musica, quando era attratta quasi magicamente dal pianoforte della nonna, ai numerosi incontri che hanno scandito la sua carriera – la già citata Malika Ayane, e poi Gianni Morandi, Nina Zilli, Noemi, Emma Marrone, Giovanni Caccamo solo per fare alcuni nomi – fino a quello decisivo, sancito da un contratto d’esclusiva, con la nostra etichetta.

Per Alessandra la musica è un fatto di istinto e passione. Le proporzioni esatte sono: 80% istinto, 10% urgenza, 10% tecnica. Scrivere una canzone è il modo di esprimere la sua urgenza emotiva, di dare forma a ciò che sta vivendo. E se la musica è la sua terapia, il pianoforte – rigorosamente a muro – è il suo analista.